SAN PIERO PATTI – La Comunità Agesci Padre Carmelo Apostolato ha festeggiato il  ‘THINKING DAY’

La Comunità Capi Agesci San Piero Patti 1 “Padre Carmelo Apostolato” domenica 22 febbraio ha festeggiato il “Thinking Day”, ovvero la “Giornata del Pensiero” secondo una tradizione risalente al 1926. In tutto il mondo ragazze, ragazzi e guide, hanno omaggiato il compleanno di Olave e Baden Powell, fondatori del guidismo e dello scautismo.

Scout_San_Piero_Patti_008Questa data importante è divenuta, nel corso del tempo, un momento di riflessione per la formazione “scout” nonché per lo sviluppo del movimento nel mondo. Un’ occasione per riflettere sulla strada per costruire un mondo migliore e garantire la pace attraverso la collaborazione. Un percorso iniziato nel 2008 che ha visto gli scout di tutto il mondo esplorare gli “Obiettivi del Millennio” perché convinti che “Insieme POSSIAMO Cambiare il mondo”.

Nel corso di sei anni di preparazione le guide e gli scout hanno lavorato per supportare il raggiungimento degli OdM e ridurre le povertà. Quest’anno la Comunità Agesci lavorerà sull’ultimo OdM – l’ottavo- con l’intento di sviluppare un partenariato globale per lo sviluppo. La mission è “rendere capaci le nostre guide e scout di sviluppare appieno le loro potenzialità per essere cittadini del mondo responsabili”.

Scout_San_Piero_Patti_002La giornata del “Thinking Day” è iniziata ricordando l’indimenticato Padre Carmelo Apostolato fondatore a cui è intitolato il gruppo scout sampietrino, per poi proseguire con  l’ inaugurazione della targa della sede dell’associazione.

Durante la giornata i giovani scout sono stati divisi in 4 laboratori per riflettere e sviluppare le tematiche proposte. Nel primo laboratorio “Trova il Bello che c’è in paese”, attraverso dipinti i ragazzi dovevano evidenziare i punti forti e le cose belle che apprezzano del loro paese. Il secondo laboratorio, “le tradizioni del paese”, si è occupato di far ricercare ai ragazzi le tradizioni presenti nel paese e di metterle in scena. Il terzo laboratorio, denominato “l’isola che non c’è”, ha dato libero sfogo alla fantasia dei ragazzi. E’ stato chiesto loro di realizzare un plastico di un’opera che manca nel loro paese e che avrebbero voluto che si realizzasse. Interessanti le richieste/idee che Iscritta al Registro Nazionale delle Associazioni di Promozione Sociale n.72 – Legge 383/2000 WAGGGS / WOSM Member sono venute fuori dai gruppi di lavoro: un’isola ecologica per la raccolta differenziata; un parco natura; una pineta attrezzata ed un osservatorio per le stelle.Scout_San_Piero_Patti_005

Nell’ultimo laboratorio, denominato “lasciamo un segno nel nostro paese”, i ragazzi si sono cimentati nella realizzazione di un dono per il proprio paese. Partendo dall’aiuola curata dal gruppo, i ragazzi hanno elaborato un nuovo progetto che accompagnerà il gruppo il questi mesi, per ridare luce ad alcuni angoli del paese. «La nostra missione – dichiarano i Capi Gruppo – è rendere capaci le nostre guide e scout di sviluppare appieno le loro potenzialità per essere cittadini responsabili del mondo, comprendere l’importanza che i luoghi dove vivono vanno lasciati migliori di come si sono uno trovati, al meglio delle proprie possibilità. E  se quel luogo ancora non c’è allora lo creiamo noi».

Sara Gaglio

Comments are closed.