SAN PIERO PATTI – Il consigliere Bongiovanni si dichiara indipendente. Poco chiare le motivazioni

Di sorprendente, al dire il vero, non vi è molto in quanto accaduto stasera nel civico consesso sampietrino perchè le dimissioni da capogruppo ed il passaggio ad indipendente del consigliere Bongiovanni erano già state praticamente annunciate da settimane. L’ufficialità è giunta ad inizio consiglio quando lo stesso Bongiovanni ha letto un documento dal quale, in realtà, poco si intuisce circa le reali motivazioni che lo hanno spinto ad abbandonare il gruppo “Orgoglio, Impegno e Libertà”: “è venuta meno la fiducia nel gruppo che rappresentavo perchè non è stata giustificata, la scorsa volta, la mia assenza in consiglio, così scrive Bongiovanni.  Labile motivazione, a dire il vero, che poco giustifica l’uscita e la scelta del consigliere che solo pochi mesi fà aveva abbandonato anche il gruppo ” Noi per San Piero Unito, che aveva costituito la maggioranza consiliare, criticandone aspramente la condotta politica . A mettere carne sul fuoco ci ha pensato però il sindaco Trovato dichiarando apertamente che lo stesso Bongiovanni, due giorni fà, si è recato presso il suo ufficio chiedendo  ” scusa” alla stessa e pentendosi della sua scelta di abbandonare il gruppo che la sostiene. Ornella Trovato ha anche fatto trapelare come dietro questa scelta del consigliere Bongiovanni ci siano, in realtà, motivazioni diverse da quelle riferite dall’ex capogruppo, rammaricandosi del poco “coraggio”  nel non dichiararle.

Consiglio_Comunale_1004

Anche l’assessore Natoli, presa la parola sulla questione, ha fatto intendere quanta poca chiarezza ci sia nelle motivazioni scritte dal consigliere, il quale dal canto suo ha continuato a “svicolare” e non cogliere le provocazioni. Il resto del gruppo “Orgoglio, Impegno e Libertà” – ovvero Mario La Bella, il Presidente del consiglio Alfonso Schepisi e la dott.ssa Graziella Ardiri – pur essendo a conoscenza della volontà di Bongiovanni di dimettersi dal ruolo di capogruppo, si è detto assolutamente non consapevole ed informato di quanto il Sindaco Trovato ha riportato sulle pesanti lamentale ed argomentazioni riferitegli in privato dal consigliere . Pertanto, gli stessi visibilmente attoniti hanno invitato il collega Bongiovanni a far luce sulla questione. Un vero e proprio intervento chiarificatore il consigliere non l’ha fatto: ” Sono stato lasciato solo in alcune scelte ed argomenti importanti dal mio gruppo, come ad esempio la casa di riposo e non sono stato appoggiato nel voler tenere un incontro pubblico. Mi sento di dover chiedere scusa ai miei colleghi dell’ex maggioranza perchè sono stato impulsivo nei giudizi a loro carico così come quelli nei confronti dell’Amministrazione, ma dovevo sbatterci la faccia. Tengo, infine, a precisare che non sono rientro tra i banchi del gruppo ” Noi per San Piero Unito” ma che svolgerò il mio mandato da indipendente, lavorando per il bene del paese come ritengo di aver sempre fatto”.  Dubbiosi anche i consiglieri di “Progetto Paese” su tali dichiarazioni e sulle motivazioni addotte da Salvatore Bongiovanni.

Forse i chiarimenti si avranno nel tempo perchè , come lasciato intendere, dietro a tale scelta sembrerebbe esserci altro e di più.

Appuntamento al prossimo atto.

Sara Gaglio

 

Comments are closed.