OLIVERI – “L’amministrazione parte alla grande, i cittadini i veri protagonisti, la Rai se ne accorge e dedica loro un servizio

La nuova amministrazione mette a segno un tris di iniziative che hanno portato il piccolo comune tirrenico direttamente sulla rete nazionale.

Grande soddisfazione del neo sindaco Iarrera commosso per la grande partecipazione e spirito di sacrificio messo in campo dai cittadini Oliveresi.

Il 31 Maggio si è partiti alle 17 con la giornata dei diritti, in presenza del presidente arcigay di Messina Rosario Duca, e si è continuato fino alle 20 con l’assemblea dedicata ad un laboratorio di progettazione partecipata per il riuso del territorio in presenza di vari esperti del settore, con grande partecipazione ed entusiasmo.

L’apoteosi però si è toccata sabato 1 Giugno con la seconda giornata dell’edilizia solidale, con la massiccia presenza dei cittadini Oliveresi e non solo .

Del buon lavoro dell’amministrazione se n’è accorta anche la stampa nazionale, infatti nella mattinata di Sabato è sbarcata la troupe televisiva del tg3 regionale che ha intervistato e trasmesso nella propria rete la bellissima iniziativa della nuova amministrazione, e addirittura nella stessa sera il servizio è arrivato su RaiUno direttamente sul tg1 delle 20:00 telegiornale di punta della nostra rete nazionale.

Il sindaco ringrazia tutti dicendo che:

“Se il mese scorso avessimo detto che da li a un mese la nostra Oliveri sarebbe andata su Rai 1, che i cittadini si sarebbero impegnati per rendere accogliente il nostro angolo di mondo e che la rassegnazione si sarebbe trasformata in speranza, avreste reagito in due modi:

1.     Consigliare un bravo specialista

2.     Proclamare che non era possibile

Ma i sogni non costano niente e il mondo è un posto migliore di come a volte viene descritto. Ciò che sembrava impensabile sta accadendo davvero.

C’è di più. L’amministrazione in tutto questo non ha meriti. Noi abbiamo realizzato una locandina, segnato un orario di inizio e punto di incontro. Nient’altro.

 Al resto ci avete pensato voi. Mostrando qualcosa di inspiegabile a chi non lo abbia mai provato sulla propria pelle: sentirsi parte della stessa comunità. Sentirsi orgoglioso di essere “Livirotu”.

C’è da chiedersi quanto sarà possibile in futuro commuoversi con storie come questa, fatta di duecento persone a lavorare insieme, in modo costruttivo, per un unico fine.

Sembra una favola di Andersen e invece è reale.

E siete voi i protagonisti di questa favola, che avete deciso di diventare custodi del paese in cui vivete.

Guardare i vostri volti sfatti dalla fatica e non ricordare una sola parola di pentimento sa di magico.

Siamo orgogliosi di tutti voi, perché avete deciso di non arrendervi e di tendere la mano nel momento di bisogno.

Redazione da comunicato stampa

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.