FALCONE – L’Avis comunale si accredita e viene autorizzato ad operare in proprio per la raccolta di sangue

Il 29 luglio 2015 è una data storica per l’Avis di Falcone in quanto segna la concretizzazione dell’iter di una burocrazia lenta e farraginosa che ha consentito di raggiungere il più importante traguardo della decennale attività della sezione.Avis_slider_001

“Comunico con grande soddisfazione – dichiara Orazio Antonio Minutoli Presidente Avis Falcone – che, con D.D.G. n°01337 del 29/7/2015 emesso dall’Assessorato alla Salute – Dipartimento per le Attività Trasfusionale, la nostra struttura è stata accreditata ed autorizzata ad operare in proprio per la raccolte di sangue e di Emocomponenti sotto le direttive del SIMT di riferimento. L’iter, che si è chiuso il 30 giugno 2015 dopo una proroga avvenuta il 31dicembre 2014 con il decreto “Milleproroghe”, è relativo al recepimento di Direttive Europee a cui l’Italia, per tanto tempo inadempiente, si è adeguata. Questo traguardo è stato raggiunto, oltre cha dall’Avis comunale di Falcone, anche dalle Avis Comunali di Milazzo, Sant’Angelo di Brolo, Messina e Ali’ Terme, insieme ai SIMT di Patti, Milazzo, Lipari e Taormina e la Frates di Letojanni, con la speranza che a breve possano completare l’iter anche altre associazioni della provincia.Prelievo_sangue_slider_001

Da oggi la nostra attività- continua Minutoli – non passerà più attraverso l’autorizzazione temporanea concessa dal SIMT, ma in maniera autonoma, con le nostre procedure, in forza del decreto di autorizzazione. L’autorizzazione, concessa, ha una validità biennale e pertanto è soggetta a verifica ed alla successiva richiesta di autorizzazione che deve avvenire almeno 120 giorni prima della scadenza prevista il 28 luglio 2017.I compiti per i responsabili della struttura e delle attività autorizzate, Presidente, Responsabile UDR, Responsabile Qualità e Direttore Sanitario, nonché di tutti i volontari che operano all’interno e danno il loro supporto operativo, non si esauriscono con l’accreditamento ma continuano dovendo la struttura mantenere quei requisiti sanitari verificati e validati nel corso degli audit dal Team di valutatori inviati dall’Assessorato Regionale.

L’impegno ad ottenere l’accreditamento è stato difficile, ma ancora più difficile sarà l’impegno che tutti a vario titolo dovranno fornire, per mantenerlo. L’attività dell’Avis non si è mai fermata, nonostante le difficoltà e, ad agosto, effettueremo le raccolte tutte le domeniche, visto l’emergenza sangue in cui si trova la Regione e la Provincia di Messina in particolare, segnalata dall’assessorato con una circolare. Ora guardiamo avanti, abbiamo altri obiettivi, in primis l’acquisto dell’Autoemoteca e l’inizio delle visite specialistiche per i nostri soci. Desidero ringraziare tutti i “volontari” che hanno permesso il raggiungimento di questo immenso traguardo con un grande abbraccio dal profondo del mio cuore.

Redazione da comunicato

 

Comments are closed.