SAN PIERO PATTI- Consultazione popolare sullo SPRAR: si voterà il 16 e 17 gennaio

La consultazione popolare in merito alla possibile istituzione di un centro destinato all’accoglienza dei migranti presso la casa di riposo Villa Marià ha finalmente un regolamento, un luogo ed una data.

Nella seduta di oggi 29 dicembre, il civico consesso sampietrino – dopo ampie discussioni e disquisizioni in merito che sembravano aver fatto perdere di vista l’oggetto all’ordine del giorno – ha votato l’approvazione per la disciplina della consultazione popolare; strumento democratico al quale mai si era fatto ricorso in paese.

Con 10 voti favorevoli e 2 astenuti ( i consiglieri Nunzio Tricoli e Salvatore Taranto) il civico consesso sampietrino ha deciso che la consultazione popolare si terrà  sabato 16  ( dalle ore 15:00 alle ore 20:00 ) e domenica 17 gennaio 2016 ( dalle ore 9:00 alle ore 20:00) presso il Casino di Compagnia in Piazza Gorgone ( luogo ancora da confermare).

Il quesito al quale saranno chiamati a rispondere i cittadini regolarmente iscritti nelle liste elettorali del Comune di San Piero Patti è sostanzialmente il seguente: ” Sei d’accordo all’istituzione di un progetto SPRAR all’interno di una parte – autonoma e determinata  – della casa di riposo Villa Marià?

Il risultato della consulta popolare – si badi bene differente dal referendum  – sarà poi preso in considerazione  dal consiglio comunale nella seduta del 21 gennaio e non sarà vincolante per la decisione ultima dell’organo comunale, in vista dell’adesione del Comune al bando in questione che scadrà il prossimo 14 febbraio. I consiglieri, infatti, avranno facoltà di confermare o meno i risultati ottenuti in base, soprattutto, all’affluenza della popolazione.

Si è scritta, per il paese, una pagina politica del tutto nuova quest’oggi in San Piero Patti. Non solo, infatti, si potrebbe arrivare a definire  le sorti di villa Marià e dei suoi operatori ma, adottando questo metodo democratico di coinvolgimento diretto ed attivo dell’elettorato, si è soprattutto dimostrata da parte del civico consesso sampietrino l’alta considerazione per la collettività, direttamente coinvolta, come non mai, nell’argomento.

Questa sera i 10 consiglieri  che hanno votato favorevolmente il regolamento ( in primis  il gruppo ” Progetto Paese” che ha redatto il documento, condiviso comunque alla fine anche dagli altri colleghi) seppur tra mille divagazioni e qualche incertezza iniziale, non hanno ” scaricato la patata bollente” alla cittadinanza ma, semmai, l’hanno coinvolta a pieno titolo in una scelta importante per il futuro del paese.

Tra i banchi, si sono registrate solo 2 astensioni quest’oggi:  il consigliere Salvatore Taranto, ancora contrario alla consultazione per ” ragioni ideologiche”, come dichiarato nuovamente dallo stesso,  e Nunzio Tricoli poco convinto che tale metodo possa dare un esito concreto. Favorevoli , seppur non direttamente coinvolti nella votazione del regolamento, il vice sindaco Assessore Giuseppe Interdonato ( facente funzioni del Sindaco assente, come da nota inviata al consiglio dal primo cittadino Ornella Trovato) e l’assessore Massimo Natoli.

Adesso toccherà all’elettorato sampietrino dare un indirizzo al consiglio. La cospicua partecipazione alla votazione- al di là delle proprie opinioni in merito – non potrà che essere già un successo per la democrazia tutta.

Sara Gaglio

 

Comments are closed.