MILAZZO – Sequestrati circa 48 chili di pesce, accertato il cattivo stato di conservazione e la non idoneità al consumo umano

Sequestro_pesce_Guardia_Costiera_Milazzo_003Sequestrati dalla Guardia costiera di Milazzo circa 48 chili di pesce nell’ambito di alcuni controlli effettuati oggi al servizio veterinario di Milazzo.

In particolare, l’attività di vigilanza e controllo degli uomini della Guardia Costiera si è concentrata sulla verifica del rispetto delle norme igienico sanitarie presso il sito di Vaccarella, sul lungomare Garibaldi del Comune di Milazzo, da parte di operatori ambulanti che commercializzano il prodotto ittico.

Con l’ausilio del Veterinario del servizio igiene degli alimenti di origine animale, si è accertato che un soggetto esibiva per la vendita prodotto ittico in violazione dei requisiti igienico sanitari previsti dalla vigente normativa comunitaria e nazionale, non soddisfacendo i requisiti minimi di conservazione del prodotto ittico.

Il pescato era custodito in cassette di legno e in contenitori di polistirolo contenenti acqua sporca e, pertanto, non idonei a custodire alimenti. Inoltre il pesce non era opportunamente refrigerato, esposto al sole e agli agenti atmosferici.Sequestro_pesce_Guardia_Costiera_Milazzo_002

Accertato il cattivo stato di conservazione e la non idoneità al consumo umano, ne è stata disposta la distruzione. È stata inoltre redatta apposita informativa di reato per commercializzazione di prodotti alimentari in cattivo stato di conservazione.

Nella stessa zona è stato sequestrato nei giorni scorsi un esemplare di tonno rosso del peso di 35 Kg. catturato da pescatori sportivi in assenza delle prescritte autorizzazioni per la pesca della pregiata specie ittica.

 

Redazione da Comunicato

Comments are closed.