SAN PIERO PATTI – Mancata approvazione bilancio di previsione. Gruppo ”Progetto Paese”:” … l’atto non poteva essere approvato! ”

Consiglio_Comunale_San_Piero_Patti_marzo_slider_002
Le ultime sedute di Consiglio Comunale del mese di luglio sono state caratterizzate dall’esame di
importanti atti di delibere che vanno dal nuovo regolamento per il servizio di raccolta differenziata
al Documento Unico di Programmazione economica del comune (DUP).

sindaco_trovato

Ornella Trovato – Sindaco di San Piero Patti(foto con diritti riservati)

Procediamo con ordine, la prima delibera concerneva il Regolamento di Raccolta Differenziata,
adempimento richiesto principalmente dalla Regione Siciliana, che con apposita Ordinanza ha
dettato tempi e scadenze ben precise, intimando come termine ultimo per l’adozione da parte dei
Comuni il 7 luglio u.s.

Com’è consuetudine da parte dell’Amministrazione Trovato, gli atti sono stati trasmessi al
Consiglio Comunale l’ultimo giorno utile (proprio il 7 luglio), costringendoci ad un serrato e
tempestivo studio degli atti, scaturiti negli emendamenti di modifica apportati dal nostro Gruppo
Consiliare.

Noi riteniamo alta l’imposizione fiscale della TARI (spazzatura), pertanto devono essere posti in
campo tutti gli elementi utili e necessari che possano contribuire alla diminuzione del tributo stesso
attraverso una capillare raccolta che si può ottenere solo migliorando il servizio.
Noi cittadini, con la raccolta differenziata avremo maggiori incombenze (differenziazione dei rifiuti,
stoccaggio e consegna in orari prestabiliti, etc.), e proprio per questa ragione è necessario avere un
riscontro in termini di risparmio e efficienza.

Nello specifico gli emendamenti da noi proposti riguardano:
– una maggiore frequenza di ritiro dei rifiuti passando da un giorno a due giorni la settimana
per i rifiuti differenziati;
– la previsione di una premialità per i cittadini virtuosi, principio secondo il quale chi effettua
al meglio la raccolta differenzia deve essere premiato con una riduzione della tariffa;
Alla luce dei presupposti che ci hanno indotto ad effettuare le modifiche, ci ha visti notevolmente
perplessi e stupiti un articolo di stampa dove veniva indicato “lo spauracchio” di un aumento della
spesa a danno dei cittadini.

Due domande ci vengono spontanee:
1 – Con quale studio economico è stato calcolato tale importo e secondo quali indici e rapporti?
2 – Chi lo ha eseguito?
Passando ad altro argomento, nelle sedute del 19 e 28 luglio, è stato trattato il DUP (Documento
Unico di Programmazione). Tale documento è un presupposto necessario e propedeutico al bilancio
di previsione che programma tutta l’attività economico-finanziaria dell’Ente per i prossimi tre anni
e si propone come strumento di attuazione dei progetti di un’amministrazione attenta e laboriosa.
Prima delle due sedute di luglio il documento era già stato trattato nella seduta di Consiglio
Comunale del 17 marzo 2016, in cui tutti i Consiglieri Comunali presenti e all’unanimità
(consiglieri della Trovato compresi) avevano approvato un documento dove si affermava che il
DUP per come proposto dalla Giunta era “carente delle motivazioni, degli obiettivi e delle scelte
per ogni singolo programma e/o missione”, e pertanto si invitava l’Amministrazione a rielaborarlo
ed integrarlo, preferibilmente entro 10 giorni.

Il DUP è stato integrato in Giunta ben 3 mesi dopo (altro che 10 giorni…)!!! Esattamente il
20/06/2016.

Nonostante ciò nella seduta del 19 luglio il nostro gruppo consiliare unitamente al Consigliere
Pagliazzo ha presentato delle importanti ed indispensabili integrazioni al DUP:
– Recuperare i beni culturali presenti nel territorio Sampietrino (ad es. patrimonio
documentale sita presso immobile in via Profeta);
– Potenziare attraverso una segnaletica idonea al contesto i percorsi storici creati dalle
associazioni locali e dedicati alla riscoperta del Quartiere Arabite;
– Recuperare, valorizzare e promuovere, anche attraverso la costituzione di un “team
di esperti” il Quartiere Arabite con particolare attenzione alla chiesa di San Leonardo;
– Creare per tutti i giovani, opportunità di sana interazione sociale attraverso l’avvio
della consulta giovanile destinando i locali dell’ex spazio giovani, ove poter svolgere attività
culturali artistiche e ricreative;
– Creare per tutti i giovani maggiori opportunità di lavoro, potenziando notevolmente i
servizi offerti dallo Sportello Imprese con un formato e competente team;
– Realizzazione del mercato contadino per la promozione delle produzioni agricole
locali;
– Completare la foresteria comunale sita nei locali dell’ex Castello;
– Recuperare e rendere funzionanti le fontane pubbliche presenti nel territorio
sampietrino;
– Realizzazione di un piano del colore e dell’arredo urbano.
Le sopraesposte note integrative hanno carattere vincolante, nonostante ciò, la Giunta nel redigere il
nuovo DUP non ha recepito nessuna delle proposte programmatorie formulate … alla faccia della
collaborazione!!!
In più, in entrambe le sedute sono stati rilevati degli ERRORI formali, (più e più volte evidenziati e
da noi corretti), che rendevano il DUP non conforme a degli atti propedeutici al Bilancio proposti da
loro stessi e che erano già stati approvati dal Consiglio Comunale. Per ben due volte sono riusciti a
ripetere ERRORI formali.

Come se non bastasse nella seduta del 28 luglio abbiamo evidenziato degli ERRORI procedurali in
merito all’approvazione del Dup del 19 luglio, che a dire dell’Assessore Taranto non andava votata,
mentre il Ministero dell’Economia era di parere opposto, infatti sono state poste delle pregiudiziali
da parte dei gruppi in opposizione alla compagine Trovato … Voi a chi credereste? All’Assessore
Taranto o al Ministero?

A nostro giudizio tecnico, a seguito di tali ERRORI formali e procedurali, l’atto non poteva essere
approvato!

A nostro giudizio politico, com’è possibile collaborare con chi non prende in considerazione
neanche una nostra proposta? Neanche una proposta!
A maggior ragione oggi che la Trovato non gode di una maggioranza in Consiglio Comunale,
questo atteggiamento ostruzionistico basato sul muro contro muro, è utile alla cittadinanza?
Nell’ultimo comunicato la “Trovato ed i suoi fedeli” hanno ancora una volta scaricato le colpe sui
consiglieri comunali, nulla di nuovo. Resta l’amara considerazione che, come noi abbiamo avuto la
cortezza di studiare gli atti, perché non lo hanno fatto prima loro evitando di proporre atti con gravi
errori materiali? E perché non hanno lavorato proficuamente al DUP che avevamo chiesto di
modificare all’unanimità nel mese di Marzo entro 10 giorni, mettendoci nelle condizioni di operare
sempre ad Aprile e prima della scadenza del 30 Aprile?

Perché, loro non lo scrivono, ma l’ultima data utile per approvare il Bilancio di Previsione era
fissata al 30 Aprile 2016, mentre la Giunta lo ha approvato il 6 Luglio 2016 costringendo l’ente a
lavorare in gestione provvisoria e senza essere pervenuti alla approvazione definitiva del DUP che
invece doveva essere documento indispensabile sul quale elaborare il Bilancio.
Inutile ribadirvi che la nostra idea di programmazione si differenzia molto rispetto a quella
dell’Amministrazione Trovato.

Noi non vogliamo rinunciare alla verifica degli atti, alle proposta, alla collaborazione
amministrativa, così da portare in Consiglio Comunale istanze che potranno dare al paese un
segnale di svolta.
Questo è fare l’interesse della collettività, non certo diventare “consiglieri servili” a disposizione
della Trovato.

Ci auguriamo che la Giunta Trovato decida di prendere in considerazione realmente e fattivamente
le nostre proposte che possono fare solo il bene del paese.

 

 

 

I Consiglieri comunali del gruppo “Progetto Paese”
(Fabio DI DIO, Gianluca DI BELLA, Gian Luca CAMUTI, Franco FERRO, Francesco PAGANA)

Comments are closed.