dsp

Sticky PostSAN PIERO PATTI – L’Onorevole Bernadette Grasso incontra i lavoratori stabilizzati dal Comune nebroideo

Nella tarda mattinata di ieri 17 maggio, presso l’aula consiliare “ A. Florio “ del Comune di San Piero Patti, l’Assessore Regionale alle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica, Onorevole Bernadette Grasso,  ha incontrato i dipendenti ,  oramai “ex precari”, stabilizzati dall’Ente lo scorso 30 aprile.Alla presenza del primo cittadino del centro collinare Salvino Fiore, del suo vice Armando Interdonato, della Presidenza e di parte del Consiglio comunale, la visita dell’ Onorevole ha  rappresentato  – come sottolineato dallo stesso Fiore, promotore dell’incontro – l’ occasione per ringraziare e dare pubblico merito all’assessore Grasso dell’importante risultato raggiunto e siglato tramite la firma dei contratti  dei 23 lavoratori del Comune  nebroideo che, dopo quasi 30 anni di lavoro precario, sono stati stabilizzati a tempo indeterminato.

La giunta municipale di San Piero Patti (con delibera n. 72 del 27 aprile 2019) ha , infatti, definito il percorso di stabilizzazione del personale precario in applicazione della Legge regionale n. 8/2018.

L’incontro di ieri, aperto dai saluti del sindaco Fiore , ha voluto, pertanto , registrare e dare il giusto risalto al positivo traguardo ottenuto  – dopo decenni di attese ai danni di migliaia di lavoratori che aspettavano di ottenere la certezza del proprio posto di lavoro – grazie “ alla caparbietà ed all’impegno messo in campo dal governo regionale nella figura dell’ Assessore Grasso”.

Una  risposta ad una categoria mortificata da anni  che, oggi, ha acquisito così quella dignità e quei diritti in ambito professionale negati per troppo tempo : “ In questo momento storico, nel quale la politica si barcamena tra mille difficoltà, dare rilievo ai successi raggiunti, grazie all’impegno ed al lavoro , non sempre facile, del nostro governo regionale è motivo di soddisfazione e  contribuisce a ridare fiducia alla gente , ha commentato il primo cittadino sampietrino. Sono orgoglioso di raccogliere questo risultato ottenuto dopo decenni nei quali, per quanto concerne la mia gestione politica – amministrativa, si è lavorato in direzione della stabilizzazione dei precari.  Esprimo, nuovamente , i migliori auguri ai lavorati che sono giunti a questo ambito e doveroso traguardo che costituisce, per i dipendenti comunali e le loro famiglie, motivo di soddisfazione personale e professionale”.

“ Aver posto fine al precariato , dopo 25 anni ed a solo un anno dal mio insediamento presso l’Assessorato, è per me motivo di orgoglio e di compiacimento .  Poter festeggiare, oggi, alla presenza dell’ amministrazione comunale e , soprattutto,  degli ex precari  questa vittoria importante dà valore al mio impegno politico. Da tempo conoscevo le difficoltà incontrate dai lavoratori  in questi lunghissimi anni di battaglie volte alla loro stabilizzazione, dapprima in qualità di sindaco ed, adesso, in veste di deputato. E’ stato un percorso travagliato, chiusosi positivamente grazie anche all’impegno del Presidente Musumeci ed a quello di alcuni amministratori locali  – il Comune di San Piero Patti rientra tra questi – che avendo rispettato i dettami della finanza locale e posto in essere il giusto indirizzo politico hanno contributo a chiudere il cerchio. Adesso , per quanto mi sarà possibile, collaborerò con l’Assessore della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro, Antonio Scavone , al fine di ottenere anche la stabilizzazione dei lavoratori Asu, altra annosa e vergognosa piaga che affligge oltre 5000 dipendenti. Inoltre, anticipo già da oggi, l’avvio di una serie di percorsi volti alla formazione del personale stabilizzato che prenderanno l’avvio nei prossimi mesi.”

Grande compiacimento è stato espresso da parte dei dipendente comunali presenti in aula che, per bocca della Dott.ssa Franca Saltafosso,  hanno voluto ringraziare l’Amministrazione Comunale per il lavoro svolto e l’Assessore Regionale Bernadette Grasso : “ A nome del personale stabilizzato, ringrazio l’Onorevole Grasso per l’impegno profuso, frutto della sua notoria preparazione  e della sua capacità a rapportarsi con il governo regionale e nazionale. Il risultato raggiunto ci consentirà di affrontare il nostro lavoro con più motivazione e darà serenità a noi ed alle nostre famiglie. Siamo vicini ai lavoratori ASU che, ancora, si ritrovano a vivere nel precariato e, per loro, chiediamo – a chi di competenza – di mettere in campo lo stesso impegno al fine di risolvere la questione. Certi che non mancherà la disponibilità dell’Onorevole Grasso ed il lavoro dell’Assessore Scavone in tale direzione, vogliamo attenzionare anche la nostra voglia ad intraprendere ulteriori percorsi formativi che ci consentiranno di acquisire tutte quelle nozioni e quegli strumenti necessari, nel nostro ambito lavorativo, per implementare e svolgere al meglio le nostre mansioni”.

Sara Gaglio

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.