dsp

SAN PIERO PATTI – Domani giorno di Sant’ Antonio Abate la benedizione degli animali in Piazza Duomo

sant_antonio_abate_animali

 

Domani mercoledì 17 gennaio, la comunità cristiana ricorda Sant’Antonio Abate: centenario anacoreta considerato anche il protettore degli animali

In occasione della memoria di Sant’Antonio Abate, alle ore 18:15 presso la Piazza Duomo di San Piero Patti, si svolgerà un breve momento di preghiera durante il quale saranno benedetti gli animali da Padre Angelo Parisi . Per l’occasione, sarà anche esposta la statua del Santo dinnanzi la Chiesa Madre.

Come riportano le fonti, Antonio Abate è stato uno dei più illustri eremiti della storia della Chiesa. Nato a Coma, nel cuore dell’Egitto, intorno al 250, a vent’anni abbandonò ogni cosa per vivere dapprima in una plaga deserta e poi sulle rive del Mar Rosso, dove condusse vita anacoretica per più di 80 anni: morì, infatti, ultracentenario nel 356.

Già in vita accorrevano da lui, attratti dalla fama di santità, pellegrini e bisognosi di tutto l’Oriente. Anche Costantino ed i suoi figli ne cercarono il consiglio. La sua vicenda è raccontata da un discepolo, sant’Atanasio, che contribuì a farne conoscere l’esempio in tutta la Chiesa. Per due volte lasciò il suo romitaggio. La prima per confortare i cristiani di Alessandria perseguitati da Massimino Daia. La seconda, su invito di Atanasio, per esortarli alla fedeltà verso il Conciliio di Nicea.

Nell’iconografia è , di consueto, raffigurato circondato da donne procaci (simbolo delle tentazioni) o da animali domestici (come il maiale), di cui è popolare protettore.

 

Sara Gaglio

 

Comments are closed.