SAN PIERO PATTI – Domani 3 febbraio, festeggiamenti in onore del compatrono S. Biagio

 

 

San_Biagio_Banner_001

 

Domani venerdì  3 febbraio, la comunità parrocchiale di San Piero Patti festeggerà il suo compatrono San Biagio, martire il cui culto si diffuse, anche nel comune nebroideo, nei primi secoli della comparsa del Cristianesimo.

Secondo l’antica tradizione,  San Biagio – vescovo di Sebaste in Armenia morto nel 316 sotto Licinio imperatore – liberò  la trachea di un bambino ostruita da una spina divenendo, così,  il santo protettore contro tutti i mali della gola. A tale miracolo, pertanto, è dovuta l’ usanza di benedire la gola, durante le Sante Messe celebrate nella giornata dedicata al compatrono, poggiando due candele incrociate sulla base del collo dei fedeli che, in tal modo,  invocano la protezione del martire. Altrettanto di buon auspicio è considerato consacrare al Santo anche pane e cereali.

Predisposto dal Comitato Parrocchiale – guidato da Padre Angelo Parisi – questo il programma dei festeggiamenti di  domani:

ore 10:30: messa e benedizione del pane e della gola

ore 16.00: processione del simulacro di S. Biagio e celebrazione della S. Messa e dei secondi  vespri della festa. Benedizione del pane e della gola

ore 19.00: “ Pane e Sarda”:  momento di fraternità , presso il salone parrocchiale, con degustazioni e serata danzante

Sara Gaglio

Comments are closed.