SAN PIERO PATTI – Covid-19: confermata la prima positività. Diversi soggetti in isolamento dopo contatto con medico, non residente, risultato positivo.

 

Un nuovo aggiornamento sull’ emergenza Covid-19 è stato pubblicato dall’Amministrazione comunale nella serata odierna.

Nella nota stampa, il sindaco di San Piero Patti, Salvino Fiore, ha informato la cittadinanza che è arrivata la conferma dall’ASL della positività del sampietrino che, nei giorni scorsi, era risultato positivo al test rapido.

“Il tampone ha confermato la positività al Covid-19, scrive l’amministrazione. Inviamo un caloroso augurio di una pronta guarigione al nostro concittadino, che al momento sta bene e non manifesta particolare sintomatologia”.

I contatti stretti del soggetto erano stati subito tracciati, in maniera preventiva, anche direttamente dall’Amministrazione Comunale. Gli esiti dei tamponi molecolari eseguiti su alcuni di questi contatti – dichiara il Sindaco – hanno dato esito negativo.

Sempre nel comunicato stampa, l’Amministrazione Comunale ha segnalato alla comunità di essere stata informata, inoltre , che un medico  che ha svolto attività ambulatoriale, in sostituzione di un collega, presso  territorio sampietrino è risultato positivo.

“I pazienti che sono venuti in contatto stretto con il medico sono già stati contattati e posti in isolamento. Dovranno eseguire il test dopo 10 giorni dall’ultimo contatto, continua il primo cittadino.

I nuovi dati aggiornati , alla luce di queste informazioni , sono  pertanto i seguenti : una persona attualmente positiva in isolamento domiciliare;  nessun sampietrino in stato di ricovero ed uno con tampone rapido positivo in attesa di conferma. Diversi sarebbero, invece, i cittadini in isolamento domiciliare sia volontario che obbligatorio.

“Siamo in una fase delicata, che merita la massima attenzione, ricordiamo che il coretto utilizzo dei dispositivi di protezione, il mantenimento delle distanze sociali, il non abbassare mai la guardia e lavarsi o igienizzarsi spesso le mani sono comportamenti utili e capaci di ridurre notevolmente il rischio del contagio.

E’ fondamentale rimanere a casa se si ha la febbre o ai primi sintomi simil-influenzali, in questi casi contattare telefonicamente il proprio medico curante per ricevere le istruzioni sul comportamento da adottare.

Sono misure di contrasto al contagio che proteggono te, i tuoi cari e la collettività.

Tutti insieme possiamo farcela! ”

Redazione da comunicato stampa

 

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.