PATTI – Messaggio del Vescovo Giombanco alle famiglie della diocesi

 

Prendendo spunto dal Messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale della Pace, avente per tema “La cultura della cura come percorso di pace”, il Vescovo monsignor Guglielmo Giombanco, ha inviato un messaggio alle famiglie della diocesi di Patti.

“Abbiamo iniziato il nuovo anno  – esordisce il Pastore della Chiesa Pattese – con il desiderio nel cuore di superare il dramma della pandemia causata dal covid-19 che continua a mettere a dura prova l’intera umanità e a generare angoscia e smarrimento”. “Il messaggio del Papa – prosegue il Vescovo – ci esorta a prenderci cura gli uni degli altri per costruire una società fondata su rapporti di fraternità. Le sue  parole invitano ad essere audaci costruttori di pace, vivendo con spirito di solidarietà per acquisire la sapienza del cuore che aiuta a percepire quanto accomuna tutti gli uomini”. “L’accoglienza dei fratelli e delle sorelle bisognosi di aiuto – sottolinea ancora monsignor Giombanco – non va attuata marcando le differenze, né tanto meno le contrapposizioni, ma promuovendo quanto accomuna tutti: la dignità della persona, la cura dell’appartenenza all’unica famiglia umana, la cura del creato, la cura dei valori umani e religiosi che danno stabilità all’esistenza. Inoltre, per noi credenti, la fede cristiana ci sollecita a riconoscere in ogni persona il prossimo che porta impressa l’immagine di Di, la quale suscita negli uomini di buona volontà una spinta vigorosa ad impegnarsi maggiormente nella solidarietà in opere di bene perché siano create per tutti condizioni di vita rispondenti alla dignità umana”.

“ Lasciamoci guidare dalla luce della presenza di Dio nella nostra vita che è sorgente di amore – esorta il Vescovo -.  Preghiamo perché ci siano concessi il coraggio e la gioia di farci prossimi, cioè capaci di riconoscere Cristo nel volto del fratello accolto.  “Il Vangelo – conclude  – ci interpella a vivere la solidarietà nell’amore e solo essa ci donerà la vera pace nel cuore e ci aiuterà a debellare la cultura dell’indifferenza e dello scarto per guardare ai fratelli e alle sorelle che incontriamo nel nostro cammino con lo sguardo del cuore”.

Nicola Arrigo

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.