PATTI – Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Le iniziative degli istituti scolastici.

PATTI – Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Le iniziative degli istituti scolastici.

Anche gli istituti scolastici di Patti hanno “valorizzato”  a dovere la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Tante le iniziative atte alla sensibilizzazione e ad una maggiore presa di coscienza.

Nel cortile della scuola media “Luigi Pirandello”, diretto dalla professoressa Tilde Graziano, sono state sistemate delle scarpe rosse e parecchi alunni, indossando una maglietta rossa, hanno gridato lo slogan “Stop alla violenza sulle donne”. Un momento particolarmente  coinvolgente per tutti i ragazzi della scuola, così come anche negli altri plessi dell’Istituto Comprensivo, dove, in vario modo, si è dato spazio alla riflessione sulla giornata. Riflessione che domani coinvolgerà principalmente gli alunni delle terze classi della Scuola Secondaria di Primo Grado che, in modalità a distanza su piattaforma meet, incontreranno la psicologa e psicoterapeuta Adele Camuti, per un’attività laboratoriale sul tema della non violenza di genere. Altre attività si susseguiranno fino al 30 novembre.

Gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Lombardo Radice”, diretto dalla dottoressa Antonina Milici, hanno realizzato un video pubblicato sul canale youtube della scuola e proiettato anche sotto i portici di via Trieste, in collaborazione con la libreria “Capitolo 18”.

Inoltre, i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado “Bellini” hanno visionato il cortometraggio “L’urlo dentro”, da cui poi si è sviluppato un dibattito. Tre alunni sempre della “Bellini”, guidati dalla professoressa Valeria Ingrassia, Elisa Pagana, Kathrine Fallo, Sofia Lipari e Rachele Olivo, hanno realizzato due splendidi quadri, esposti anche in occasione di eventi promossi sul tema dal comune di Patti.

Il Liceo “Vittorio Emanuele III”, diretto dalla professoressa Marinella Lollo, ha insistito soprattutto su una formativa attività di lettura “per nutrire gli animi – spiega la stessa dirigente – e sgomberare le menti da oscuri impulsi. La cultura è il migliore strumento per nobilitare gli uomini”.

Tante le attività proposte pure dall’Iis “Borghese Faranda”, diretto dalla professoressa Francesca Buta, con la realizzazione principalmente di drappi con messaggi inerenti la giornata.

Nicola Arrigo

Evidenza x