PATTI – Distretto Socio Sanitario D30. A San Piero Patti, 16.358,88 euro su un totale di 21.041,37 euro a favore di persone in condizioni di disabilità gravissime

disabilità_slider_001Con determinazione del funzionario responsabile del Sesto Settore – Area Servizi alla persona e Coordinatore del Gruppo Piano – del Distretto Socio Sanitario D30, Bonina Agnello (responsabile del procedimento è Tiziana Farina), ha ritenuto di potere provvedere al trasferimento, ai comuni interessati, per l’anno 2014, ai sensi del progetto “H24”,delle somme assegnate per gli interventi in favore di persone in condizioni di disabilità gravissime.

Dalle note trasmesse dai responsabili dei Servizi Sociali dei Comuni del Distretto, risulta che gli utenti destinatari dei progetti che originariamente erano in numero di 37, a causa di 14 decessi e di due rinunce, si sono ridotti alla data odierna, a numero ventuno.

Per l’attuazione dei relativi progetti, la somma impegnata ammonta a 76.694,14 euro mentre i comuni interessati sono dieci e cioè: Brolo 2.132,95 euro quale acconto sul totale complessivo di 2.873,86 euro; Ficarra, 3.854,10 su un totale di 5.2°0,39 euro; Gioiosa Marea, 6.859,10 du un totale di 9.241,70 euro; Librizzi, 10.465,64 euro su un totale 14.100,48 euro; Montagnareale, 8.112,80 su un totale di 10.930.89 euro; Piraino, 6.322,22 su un totale di8.578,33 euro; San Piero Patti, 16.358,88 euro su un totale di 21.041,37 euro; Sant’Angelo di Brolo, 4.805,22 euro su un totale di 6.373,38 euro; Sinagra, 13.137,56 su un totale di 17.700,94 euro e, infine, Ucria, 4.636,17 euro su un totale di 6.246,62 euro.

Il funzionario Agnello ha disposto di trasmettere il provvedimento ai responsabili dei servizi finanziari per i provvedimenti di competenza e ai responsabili del Servizi Sociali dei comuni interessati affinchè provvedano all’avvio dei progetti e quo nonché alla trasmissione al Comune Capofila Patti del relativo rendiconto corredato da tutti gli atti giustificativi cosicchè l’Ente possa provvedere alla conseguente rendicontazione da trasmettere al competente Assessorato regionale.

 

 

 

Nicola Arrigo

Comments are closed.