LIBRIZZI – “TeleNatale 2016”, un testo inedito per i bambini della primaria di Librizzi

telenatale_2016_slider

 

Si è svolta presso l’aula magna della scuola di Librizzi centro, per l’occasione riadattata, grazie al prezioso impegno dei genitori degli alunni e dell’amministrazione comunale, a spazio teatrale, la rappresentazione di “TeleNatale 2016”, una piéce inedita ricavata da Fabrizio Scibilia da un suo precedente testo datato 2010.

Il lavoro, rappresentato per la prima volta a Barcellona appunto sei anni fa, unisce il tema tradizionale dell’accoglienza verso lo straniero, che, tra quelli sottesi alla vicenda della Natività, già sei anni fa si dimostrava questione emergente nella cronaca internazionale, ad un’altra tematica molto attuale, riguardante la manipolazione mediatica delle storie di sofferenza quotidiane, operata in particolare dall’invadenza della televisione. Scibilia, che da anni si occupa, oltre che di sceneggiatura cinematografica, di teatro sociale, ha riadattato il testo su misura per i più piccoli, mettendolo in scena con la 5a D del plesso di Librizzi, al termine delle attività di un laboratorio teatrale iniziato ad ottobre.

Così i piccoli “attori” si sono trovati a vestire i panni di Yussuf e Mariam, novelli Giuseppe e Maria immigrati in Italia da un Paese imprecisato di lingua araba, a seguito di uno dei tanti sbarchi di disperati che si susseguono sulle nostre coste, e che, così come capitò ai loro omologhi di duemila anni fa a Betlemme, non vengono accolti dagli abitanti del posto e sono costretti a cercare un rifugio di fortuna. Il caso però vuole che, invece di una povera capanna, ai giorni nostri capita ai due sposi di trovare ricovero, furtivamente, in una bella villa di proprietà di una famosa diva della tv. Qui avranno modo di sventare un furto ad opera di un ladro italianissimo, smentendo il luogo comune che identifica solo gli immigrati con i delinquenti. La nota conduttrice televisiva scopre la buona azione ricevuta ma, più che a manifestare la prevedibile gratitudine, pensa a sfruttare a uso e consumo proprio (e cioè delle esigenze televisive) la vicenda, proponendo nel suo vivace talk-show la storia di Yussuf e Mariam come occasione per dar vita ad un dibattito simile a tanti che siamo abituati a vedere ogni giorno, popolato di politici di vario orientamento, litigiosi e spesso opportunisti.

Lo spettacolo teatrale ha anticipato i tradizionali auguri di Natale che il sindaco librizzese, Renato Cilona, ha porto di persona ai bambini ed ai ragazzi della Scuola primaria e secondaria di Librizzi centro, accompagnando la propria visita con un regalino natalizio. Per chiudere gli eventi natalizi, i giovani studenti della scuola saranno quindi impegnati, con i loro insegnanti, guidati dalla coordinatrice Maria Clara Danzì, nell’allestimento del presepe vivente, che si terrà nel pomeriggio di giovedì 22, dalle ore 17, nel centro storico del borgo librizzese. La manifestazione chiuderà un fitto calendario di eventi che l’Istituto Comprensivo di San Piero Patti, cui le scuole di Librizzi e Colla Maffone appartengono, ha organizzato in ognuno dei tanti plessi del proprio comprensorio, a partire dalle iniziative di solidarietà attivate per Telethon, per continuare con vari presepi viventi, completi di novene e canti musicali tipici del periodo e legati alla tradizione natalizia del territorio.

Redazione da comunicato stampa

Comments are closed.