dsp

LIBRIZZI – La Regione autorizza il consolidamento statico e la messa in sicurezza del muro di contenimento del Cimitero Comunale

 

Il Dipartimento delle Infrastrutture della Regione Siciliana, con provvedimento prot. 36660 del 07 luglio u.s., a firma, tra gli altri, del Dirigente Generale F. Bellomo, ha autorizzato i lavori di somma urgenza relativi all’intervento per il Consolidamento e messa in sicurezza del muro di contenimento del Cimitero Comunale lungo la s.p. 126, anche a salvaguardia dei tumuli e della cappella sovrastante.

In particolare, l’Assessorato ha autorizzato l’Ufficio del Genio Civile di Messina,  a seguito della segnalazione effettuata dal Comune e del sopralluogo congiunto effettuato con i Tecnici del G.C. e l’Amministrazione Comunale, all’esecuzione dei lavori di somma urgenza sopra indicati e stimati in complessivi € 200.000,00.

I lavori in questione, che partiranno a breve, riguarderanno il consolidamento statico e la messa in sicurezza del muro di contenimento del cimitero comunale posto a valle dello stesso lungo la Strada Provinciale, nonché il consolidamento, la raccolta acque e la sistemazione della zona soprastante interessata da un ampio e grave dissesto, ovvero quella ove sorge una cappella gentilizia e diverse tombe prossime al collasso.

Anche in questo caso, tocca ripetersi, si tratta di un altro tassello molto importante che va ad inserirsi nell’opera di riqualificazione generale del Paese e delle nostre strutture pubbliche“, commenta nella nota stampa il sindaco Di Blasi.

Difatti, quest’intervento va considerato insieme a tutti quelli programmati e messi in atto in questi anni, ovvero l’intervento per la ricostruzione di lapidi nel tempo danneggiatesi approvato e finanziato con delibera di GM 217/20, i lavori di messa in sicurezza della parte nuova del Cimitero onde permetterne l’apertura, approvato e finanziato con Delibera di GM 216/20, l’intervento per il ripristino di alcuni tratti della pavimentazione, per la sistemazione di pozzetti e raccolta acque, approvato e finanziato con la delibera di GM 218/20, lavori questi già realizzati ovvero in fase di ultimazione finanziati con i fondi del bilancio comunale, ed infine l’ultimo intervento programmato, finanziato dallo Stato con i fondi per le infrastrutture sociali, per il quale il relativo progetto esecutivo è stato approvato con Delibera di GM n. 99/21, che prevede lavori, già consegnati, per il completamento della zona nuova, il ripristino del tetto di copertura della Chiesa con l’installazione della linea-vita, la manutenzione generale delle infrastrutture esistenti (tombe, vialetti, ingressi etc.), il tutto investendo circa 66.000,00 euro per la realizzazione di queste opere.

Giuseppe Ungaretti disse <<chi non rispetta la morte non può sperare di non perire», ossia di salvare la propria anima, ma andrà incontro alla morte morale, ancora più spaventosa della morte fisica…Ugo Foscolo, ne I Sepolcri, affermava che una società che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita di sopravvivere… noi aggiungiamo, umilmente, che un progetto di riqualificazione del territorio non può prescindere da una rivoluzione culturale fondata sulla riscoperta del passato e dei suoi valori e sul rispetto verso l’altro…”

 

Redazione da comunicato stampa

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.