Sticky PostLIBRIZZI – Auto in transito ad alte velocità dalla Borgata Murmari sulla S.P.122 Patti-San Piero Patti. L’Ass. Codici Sicilia chiede interventi

murmari_librizzi_slider_001

Nei giorni scorsi sono giunte presso lo Sportello dell’Associazione Codici Sicilia, sito in via Giovanni Paolo I n. 3 del Comune di Librizzi, diverse segnalazioni in merito all’eccessiva velocità tenuta dalla maggior parte delle autovetture che percorrono il tratto della strada provinciale Patti – S. Piero Patti SP 122 in località Murmari del Comune di Librizzi, esattamente nel tratto che comprende le abitazioni aventi civico numero dal 76 al 140 nonché dal n. 161 al 190.

Tale situazione crea non poca preoccupazione stante la circostanza che tale strada attraversa il centro abitato della suddetta frazione e costituisce un pericolo per l’incolumità dei cittadini. Invero, in diverse occasioni, si sono verificati incidenti di gravi entità che hanno comportato anche lesioni personali per coloro che ne sono rimasti coinvolti.

Gli Avv.ti Manfredi Zammataro e Melita Cafarelli, rispettivamente Segretario Regionale e Segretario Provinciale dell’Associazione Codici Sicilia, hanno chiesto, con nota del 26 marzo inviata per conoscenza all’Ente di Librizzi, l’intervento della Città Metropolitana di Messina per trovare una soluzione definitiva alla problematica, suggerendo l’installazione di dispositivi di controllo elettronico della velocità con rilevamento della violazione al codice della strada e conseguente applicazione della prescritta sanzione amministrativa.

“Bisogna evitare che rimangano coinvolti pedoni, bambini, anziani o che si possano creare danni a cose o abitazioni, come già in passato è accaduto – dichiarano gli avv.ti Zammataro e Cafarelli. Ci auguriamo che gli enti locali a cui ci siamo rivolti possano intervenire tempestivamente adottando dei sistemi di controllo della velocità nelle zone interessate evitando rischi per i cittadini”.

I cittadini  residenti lungo il tratto di strada interessato, da diversi anni hanno più volte lamentato il disagio derivante dalle vetture che sfrecciano ad alta velocità in un centro abitato, il cui limite dovrebbe essere di 50 km/h. Restiamo in attesa di riscontri da parte dell’autorità competente, augurandoci che l’ennesima richiesta di intervento, stavolta proveniente da un Ente associativo, non rimanga lettera morta.

 

Marco Oreste Stefano

Comments are closed.