dsp

Sticky PostPATTI – Lo chiamavamo affettuosamente “il primario”. Ciao Filippo…

2018-03-08

 

Dopo aver lottato contro una terribile malattia, è deceduto a Patti, nella mattinata di oggi  8 marzo, il dottore Filippo Crisafulli .

Classe 1951, il medico pattese, per 18 anni, è stato impiegato presso la postazione del 118 di San Piero Patti. Nonostante in molti sapessero delle condizioni del medico, la notizia del suo decesso ha comunque scosso l’intera comunità sampietrina che, con diversi messaggi di cordoglio postati sui social, sta manifestando il proprio dolore per la perdita non solo di un uomo rispettato e rispettoso – come lo definiscono colleghi e conoscenti – ma anche per la scomparsa di uno dei pilastri , in ambito professionale, del servizio del 118 locale.

Anni di onorato servizio quelli svolti da Filippo Crisafulli, medico scrupoloso ed attento a cogliere , nei casi d’emergenza, quei segnali grazie ai quali molti dei suoi pazienti, in questi lunghi anni, hanno avuto salva la vita.

Commozione e vicinanza alla famiglia del medico è stata espressa anche dai colleghi, dagli operatori del 118 e dall’ Amministrazione comunale di San Piero Patti.

I funerali si svolgeranno domani 9 febbraio, alle ore 15:30, presso la chiesa di San Nicola di Patti.

Questo l’ultimo saluto postato dal collega Giacomo Magistro in sua memoria :

“Da oggi il PTE di San Piero Patti non avrà più il dott. Filippo Crisafulli sulla ambulanza del 118, la Delta 4-4. C’è un vuoto in noi medici e operatori del 118 che per oltre 18 anni lo hanno avuto come punto di riferimento lavorativo ed anche umano. Lo chiamavamo affettuosamente “il primario”, perché era in grado di unire e non dividere, autorevole ma non autoritario, rispettoso e rispettato, uomo prima che medico. Non so se dove sarà adesso, se esiste una postazione del 118 da qualche altra parte, ma so per certo che esiste una cucina dove potremo continuare a prepararci il nostro buon piatto di spaghetti con pomodoro e basilico. Potrà sembrare banale dirlo, ma in fondo sappiamo tutti che è solo questione di tempo e un giorno ci ritroveremo insieme. In un modo o nell’altro. Ciao Filippo…”

 

Sara Gaglio

Print Friendly, PDF & Email

Comments are closed.