Sticky PostSAN PIERO PATTI – Gian Luca Camuti è il primo candidato ufficiale alla poltrona di sindaco. Pronte altre 3 liste?

In paese, la campagna elettorale in vista delle prossime amministrative  ( 4 0 11 giugno ? ) è ufficialmente partita con il primo movimento, ed il suo candidato, uscito allo scoperto nel pomeriggio di ieri 26 marzo.

“ San Piero in Comune” : questo e’ il nome scelto dal nascente gruppo politico, formato soprattutto da giovani del luogo, che si è presentato al cospetto della cittadinanza svelando idee, obiettivi ed alcuni dei volti dei sostenitori , alla  candidatura alla poltrona di sindaco, del 33 enne Gian Luca Camuti. Neo laureato, il sampietrino ha all’attivo un’esperienza di consigliere tra i banchi della minoranza del gruppo “Progetto Paese”.
Ad aprire l’incontro – presso i locali della Società Operaia – una serie di interventi di chi , come sottolineato, “ ci ha messo la faccia”: nella maggior parte dei casi, si tratta di neofiti della politica; donne e uomini alla loro prima esperienza che si propongono alla gestione attiva della cosa pubblica.

presentazione_camuti04
Ma non solo new entry nella squadra di Camuti . Infatti – non si sa ancora se nelle vesti di meri sostenitori o di veri e propri candidati al Consiglio comunale – si registra anche la presenza di alcuni volti noti in paese nel contesto politico . Tra questi , a prendere parola, anche l’ex Assessore Serafina Collorafi e due veterani degli scranni consiliari: Fabio Di Dio e Francesco Pagana, entrambi consiglieri di minoranza dal 2007 , dapprima con il gruppo “Fontana di Santo Vito” e, nell’ultimo quinquennio, ex “ colleghi” di Camuti con il quale – sino all’insediamento del Commissario Straordinario – hanno fatto squadra proprio nella compagine “Progetto Paese”.
Echeggiate , nei discorsi che si sono avvicendati a preludio della presentazione vera e propria del candito,  le parole: apertura; pacificazione della comunità; patto generazionale e cambiamento mentale. Ed oltre agli intenti, anche la presentazione – ancora a grandi linee – delle strategie programmatiche e di intervento che “San Piero in comune” intenderà mettere in campo qualora risultasse vincitore nella futura tornata elettorale.
Di unità , condivisione e rilancio del paese, partendo dalle risorse esistenti, ha parlato nel suo intervento anche l’aspirante sindaco Gian Luca Camuti che si propone all’elettorato quale  nuovo “traino” di una lista che intende “superare il passato amministrativo senza, però, abbandonarne quegli aspetti , contenuti ed interventi positivi”.

La prima ufficiale candidatura è quindi giunta in un paese che – secondo voci di popolo – potrebbe presentarne altre tre:

una , nel segno della continuità, proveniente dal gruppo ” Noi per San Piero Unito”  che negli ultimi 10 anni ha supportato l’amministrazione uscente: il Prof.  Salvatore Taranto, oggi vice sindaco, e l’avv. Nino Todaro, attuale Assessore, sono i nomi più gettonati.

Un’altra proposta dal nuovo movimento “ San Piero.. 2050” che ruota intorno alla figura di Marco Cannizzo : 41 enne sampietrino, consigliere ed ex Presidente del Consiglio locale nell’arco di un decennio.

L’ultima è quella dell’avv. Salvatore Fiore, impegnato dagli anni ’90 in politica,  sindaco di San Piero Patti   (  2002 /2007) e Presidente del Consiglio Provinciale di Messina dal 2008 al 2013.
Per la prima volta nella storia politica del centro nebroideo si potrebbe, pertanto, configurare un quadro estremamente frammentato in termini elettorali e di compagini politiche.
Azzardare ipotesi risulta estremamente prematuro in questa fase di incertezza, determinata anche  – e soprattutto – dalla data stessa delle elezioni non ancora stabilita ufficialmente dalla Regione.

Staremo a vedere.

 

(foto Agostino Loiacono Professional Photografer)

Sara Gaglio 

 

Print Friendly

Comments are closed.